Dortas & Napul’è : la nostra missione? Far crescere la pizza ad Ischia

10.10.2020
Il 2020 è un anno ricchissimo dal punto di vista delle iniziative commerciali. Nonostante questi mesi non siano stati facili per nessuno, ci sono infatti imprenditori che si sono rimboccati le maniche, dando vita a progetti che promettono di avere un grande successo. Ci riferiamo, tra le altre, alla recente intesa tra Dortas e Napulè, due brand creati rispettivamente da Francesco D'Orta e Carmine Falanga.

TRADIZIONE, PRODOTTI A KM 0 E SERVIZIO D'ASPORTO: UN TRINOMIO VINCENTE
L'unione tra il noto ristorante di via Edgardo Cortese a Ischia (che segue una filosofia di cucina legata alla tradizione e ai prodotti a km 0) e Napulè, la famosissima pizzeria d'asporto di Lacco Ameno che opera sul territorio da circa dieci anni, rappresenta un'assoluta novità nel panorama ischitano.
Quest'inverno sarà possibile mangiare la pizza di Carmine non solo al ristorante, ma anche restando comodamente a casa. Tutto ciò sarà possibile grazie al servizio di consegna a domicilio di Dortas. Per ricevere il proprio cartone ancora fumante, sarà sufficiente contattare lo 081 9303732 (il menù è consultabile all'indirizzo www.dortas.it/it/il-menu).

DALL'AMORE PER LA PIZZA ALL'ESALTAZIONE DEL MADE IN ISCHIA
Le storie imprenditoriali di Francesco e Carmine sono accomunate da due principali fattori: l'amore per la pizza e la voglia di portare in alto il nome di Ischia anche fuori dai confini isolani.
Ma da dove nasce l'idea di questo inedito "matrimonio"? A spiegarcelo è Francesco D'Orta, che con l'avvento della pandemia ebbe una folgorante intuizione.
«Una sera - esordisce il titolare di Dortas - presi una pizza d'asporto, e pensai che sarebbe stato interessante coniugare la mia cucina con quella di Napulè. Carmine era intenzionato a crescere facendo provare la sua pizza anche al resto dell'isola, e quindi decidemmo di iniziare quest'avventura. Nonostante le mille difficoltà, il nostro esperimento sta ottenendo un ottimo riscontro. Il nostro obiettivo - confessa Francesco - è quello di esaltare il made in Ischia con prodotti a km 0, dal datterino alla patata viola. Ovviamente non ci fermiamo qui: la nostra ambizione è infatti quella di essere competitivi nel settore delle cerimonie e creare un servizio di catering».

Animato dalle stesse motivazioni è anche l'altro protagonista di questa storia, Carmine Falanga. Tra lui e il mondo della pizza è fin da subito scoccata la scintilla.
«Dopo aver lasciato la scuola, ho iniziato a lavorare nel mondo della farina e mi sono innamorato al primo contatto. Ho avviato l'azienda nel 2013 accompagnato dal mio tecnico panificatore Francesco di Salvo, prefiggendomi lo scopo di trovare l'alchimia perfetta. Il segreto dell'impasto è racchiuso in tre concetti: semplicità, continua ricerca e aspettare i tempi giusti. La collaborazione con Francesco nasce dalla volontà reciproca di creare un qualcosa di particolare, specifico e di qualità, e soprattutto dalla soddisfazione di vedere la mia pizza mangiata a tavola».

Entrambi gli imprenditori seguiranno la linea marketing insieme a Tumbler Ice per iniziare a crescere e migliorare la propria immagine sui social: un percorso esaltante che condurrà man mano le due aziende a farsi conoscere anche in terraferma.