en-Vi presentiamo l’auto del Futuro

16/11/2019

Le auto elettriche sono un'ottima alternativa soprattutto dal punto di vista ecologico e da prendere in considerazione se avete deciso di cambiare vettura. Ma quali sono i pro e i contro rispetto ad un'auto dotata di un motore a benzina o diesel?

L'ecobonus governativo in vigore da marzo, agevola coloro che compreranno un'auto elettrica o a basse emissioni tra il 2019 e il 2021 attraverso degli incentivi: si parte da un minimo di 1.500 fino ad arrivare ad un massimo di 6.000 euro.Non è finita qui! Alcune regioni italiane hanno proposto dei propri incentivi a favore dei cittadini residenti nella loro regione desiderosi di passare all'elettrico ma impossibilitati dai costi troppo elevati.Il prezzo di acquisto diventa quindi molto interessante anche per vetture elettriche che si trovano da un po' sul mercato e che fino a questo momento non erano accessibili a tutti.Un esempio è la compatta francese Citroën C-Zero, auto elettrica di prima generazione con prestazioni elevate.

È un'automobile a 4 posti dalle dimensioni contenute, il motore elettrico fa guadagnare spazio all'interno dell'abitacolo, pensate che dispone anche di un pratico bagagliaio da 166 litri. Dal design pulito, con linee fluide e arrotondate, un tetto leggermente bombato e con ampie superfici in vetro, Citroën C-Zero è un veicolo dallo stile compatto e decisamente originale. Ha un motore elettrico con una potenza di 49 kW, alimentato da una batteria agli ioni di litio con una capacità di 14,5 kWh. Questa batteria è garantita 8 anni o 100.000 Km e fornisce l'energia necessaria per alimentare il motore, per la climatizzazione e per il riscaldamento.La sua velocità massima di 130 km/h e l'autonomia di circa 150 km sono sufficienti a coprire i tragitti quotidiani. Una delle modalità di ricarica vi stupirà:collegando il cavo in dotazione a una normale presa domestica da 220 V, Citroën C-Zero si ricarica in 6-11 ore. In questo modo potrai evitare la stazione di ricarica che però resta il modo più veloce per ricaricare la tua auto, infatti il tempo di ricarica è di soli 30 minuti!Nella maggior parte delle regioni italiane l'auto elettrica è esentata dal pagamento del bollo di circolazione. Per di più queste vetture non emettono gas tossici, in particolare il biossido di azoto (NO2) prodotto dalla combustione di idrocarburi, e neanche polveri sottili.L'impatto è inferiore sul surriscaldamento globale: non emettono direttamente alcun gas serra (cioè anidride carbonica o CO2) poiché, in marcia, non bruciano carburanti fossili.Da A.M. Motori abbiamo avuto modo di provare tutto ciò. Ecco per voi alcune immagini.


Angela Patalano