La Costata di Manzo: Di razza o Anonima? Ecco le differenze e perchè acquistarle dal Macellaio di fiducia.

21.01.2020

Vi avverto subito: stiamo parlando di carne Superlativa! Non si tratta della solita miserrima stata di manzo venduta sottovuoto nei supermercati. Siamo su un altro Livello, molto più alto: Sapore,aroma,consistenza,un grasso fantastico.

Partiamo dalla prima:

La Charlolaise :

Questa razza sviluppa poco grasso sopra e all'interno del muscolo, il che non le impedisce però  di sprigionare molto sapore. La Costata è grande e spessa: Il sapore animale e la grana spessa richiedono una buona masticazione.

L'Aberdeen Angus:

L'angus ha la particolarità di sviluppare del grasso sulla superficie del muscolo ma anche all'interno. L'animale non troppo grande, produce una costata piccola e meno spessa delle altre. La carne è morbida e molto equilibrata, con una grana fine e note floreali.

L'Aubrac

La prima costata alla vostra sinistra , è una carne dal colore molto scuro, con dei sapori forti, complessi che ricordano la selvaggina e le erbe aromatiche; aromi intensi in una grana setola e vellutata. Riservata a hi ama carni dal gusto molto marcato.

La Rubia Gallega:

Grasso Spagnolo! Indubbiamente una delle migliori costate al mondo. La carne è decisamente frammezzata dal grasso; quello sul margine del muscolo è assolutamente divino. Si percepiscono note speziate e ha una persistenza in bocca eccezionale. Una Roba Pazzesca.

La Simmental:

Ancora molte venature e una buona quantità di grasso sul perimetro del muscolo e fra un muscolo e l'altro. Vanta un sapore marcato, ricco , persistente in bocca; è una carne succosa , da masticare. Insomma, una carne  tipica e saporita.

La Longhorn:

La razza inglese più antica: detto tutto! Si trova raramente purtroppo. Una marezzatura di qualità e una buona dose di grasso. Intensa, persistente in bocca, con un ottimo equilibrio fra carne e grasso. La cottura va terminata a bassa temperatura.

Ecco l'elenco delle costate più buone al mondo. Ma ricordate sempre che la Settima costata sarà sempre la più buona , la più saporita, la più tenera, il cui gusto persiste più a lungo in bocca.

Spiegazione: fra le prime e l'ultima costola alcuni muscoli lavorano maggiormente degli altri. Non soltanto le costate si differenziano in base alla razza, ma è importante anche la loro posizione.